Al lesbica affinché istanza: “Secondo te io giacché frutto sono?”